Le Officine Marchetti s.p.a. iniziano la loro attività a  Carrara nel 1967 per opera dell’imprenditore Cesare Marchetti che ancora oggi, insieme alla famiglia guida il management aziendale.

Nella prima fase di attività l’azienda si occupa di lavorazioni meccaniche di precisione per conto terzi con un prodotto qualificato di alto livello. A partire dal 1974 le Officine Marchetti brevettano i primi  tenditori idraulici per il tensionamento delle lame dei telai per il taglio di blocchi di marmo.

La produzione dei Tenditori per i telai diamantati da inizio ad una fase di crescita dell’azienda. L’attività di produzione si concentra sempre più nella miglioramento del prodotto attraverso standard qualitativi e di affidabilità sempre più elevati.

 

Produzione video: Carlo Mameli Industrial Video Production

 

 



Nel 1987 le Officine Marchetti s.p.a. sviluppano il tenditore idraulico per il tensionamento delle lame per il taglio di blocchi di granito e le centraline.

Le Officine Marchetti già leader nella produzione dei tenditori idraulici da marmo, rafforzano con il nuovo prodotto il proprio nome sul mercato mondiale, divenendo il principale fornitore di tenditori, tiranti e centraline idrauliche delle maggiori  case di produzione dei telai per il taglio di blocchi di marmo e granito.

Nel 1994 certificano secondo la norma UNI EN 29002 (ISO 9002) la loro attività di produzione e commercializzazione di tenditori idraulici, tiranti e centraline idrauliche. Nel 1996 avviene il passaggio alla certificazione secondo la norma UNI EN ISO 9002:1994.

Nel 1997 le Officine Marchetti s.p.a. fedeli alla filosofia innovativa che da sempre le ha contraddistinte, progettano, producono, e commercializzano macchine a controllo numerico per il taglio e la contornatura di lastre e masselli di marmo, pietra e granito.

Le nuove produzioni e le nuove esigenze organizzative sono state l’input alla ricerca di più ampi spazi dove l’azienda potesse maggiormente crescere.   Nel 2001 le Officine Marchetti s.p.a. acquistano una nuova area, costituita da 15.000 metri di stabilimento e 10.000 metri di piazzali e spazi aperti.

Nel 2003 si ha l’estensione della certificazione alla norma UNI EN ISO 9001:2000 con l’inclusione della nuova unità produttiva.

Nel 2004 la nuova unità produttiva è stata certificata secondo la norma  UNI EN ISO 14001:1996